Oltre la soglia del pulito

Dal 24 aprile al 16 maggio 2015

volantino-oltre-la-soglia-del-pulito-facebook

Oltre la soglia del pulito

di Elisa D’Alterio
Regia Flavio De Paola

Berlino, 1971. La città ormai vive da quasi dieci anni una terribile separazione interna, realizzata dalla costruzione del muro che il governo della DDR ha innalzato per impedire ai residenti della parte Est di transitare nella parte Ovest, disgiungendo intere famiglie, limitando le libertà personali, sparando ai fuggitivi. Sulla frontiera Est sorge “Oltre la soglia del pulito”, una vecchia lavanderia gestita da un misterioso personaggio, Armin, e frequentata da uno stravagante gruppo di persone: Patrick, un amico di vecchia data dai modi goffi e sopra le righe; Bernadeth, una signora filoamericana, profondamente sofferente per il distacco dall’amata figlia; Grigory, una guardia sovietica coinvolta in loschi giri; Ingo, un ambiguo frequentatore della lavanderia, presente tutti i giorni e alla stessa ora; Tamara, una insopportabile concorrente, proprietaria di un’altra lavanderia poco distante.
La vita ad “Oltre la soglia del pulito” procede secondo strani rituali ed è scandita dall’arrivo di gente sempre nuova e curiosa. Angela è una trentenne disillusa dall’amore, dalla carriera, dalla vita. La donna non sa, tuttavia, che varcando la soglia del pulito la sua sorte è destinata a cambiare. Assunta nella lavanderia, Angela è chiamata a svolgere ogni tipo di mansione, nel continuo via-vai di persone e nel rigoroso rispetto degli irragionevoli divieti imposti da Armin. Fino a quando un giorno la situazione sembra precipitare, sospinta da un incomprensibile mistero. “Oltre la soglia del pulito” è un luogo avvolto da innumerevoli incognite: che rapporto c’è tra Armin e Patrick? Da dove arriva Ingo? Perché Bernadeth frequenta assiduamente la lavanderia? E cosa nasconde Grigory? E perché Tamara è sempre tanto inquieta? In un luogo così può nascondersi e succedere di tutto, perfino una violenta esplosione.
Venti anni dopo tutto è cambiato. E’ cambiata Berlino, sono invecchiati i personaggi, la soglia del pulito non esiste più. Una volta svanita la frontiera è svanito anche il desiderio di oltrepassarla, quella inesauribile voglia di andare avanti, senza la quale qualunque soglia si trasforma in una barriera che costringe alla grigia sporcizia della rassegnazione. “Oltre la soglia del pulito” era il luogo dei sogni, della speranze, della vita; un posto fuori dal tempo e fuori dallo spazio, una fervida condizione esistenziale dentro l’imbrunire della società civile.
Commedia in due atti dai toni vivaci e brillanti, “Oltre la soglia del pulito” si inserisce in un originale filone di opere (“Quando parla il silenzio”, 2008; “La ville de faim”, 2010) dalla forma comica e dalla trama intricata, con esiti sempre inaspettati. Dietro ai riflessi variopinti di ogni storia si nasconde un significato più profondo, segnato dall’inesorabile intreccio degli eventi e custodito, come in uno scrigno, nel cuore dei suoi personaggi. Spetta al pubblico coglierne l’essenza, innalzando lo spirito dal sottile strato della realtà. Una sfida a cui vale sempre la pena partecipare … e “Oltre la soglia del pulito” ne è la perfetta occasione.

[hozbreak]

 tutte le sere ore 21,00 –  domenica ore 18,00 – lunedì, martedì e mercoledì riposo

Orari botteghino: dal lunedì al sabato 10-13.30 / 16.00-20.00 ; domenica: 16.00-18.00.
Costo dei Biglietti:  € 28,00/ 16,00 biglietto intero – € 12,00 biglietto ridotto –
(più € 2,00 di prenotazione e prevendita)

22.4.2015
 

Comments are closed.