Teatro da gustare!

Novecento

di Alessandro Baricco

con Flavio De Paola

Regia Pablo Maximo Taddei

Danny Boodman T.D. Lemon Novecento Ancora neonato, viene abbandonato nel transatlantico Virginian, dove lo trova, per caso, Danny Boodman, un marinaio di colore che decide di adottarlo e fargli da padre. Il bambino, all’età di otto anni, rimarrà orfano perché D. Booodman morirà in seguito a una ferita riportata durante una tempesta. Il ragazzo scompare misteriosamente.Passano alcuni giorni quando ricompare e incomincia a suonare il pianoforte. Sarà proprio questo strumento che segnerà tutta la sua vita.Incontra, in età matura, il narratore Tim Tooney, anche lui musicista, che viene assunto come trombettista sul Virginian.  Inizia, tra i due, una grande amicizia che non finirà, anche quando il narratore deciderà di cambiare vita e abbandonare la nave.Il suo amico, trombettista, racconterà la storia Danny Boodman T.D. Lemon Novecento con un sentimento di stupefazione e di ammirazione. Per il narratore, Novecento non è solo due mani sul pianoforte, non è solo uno che sa toccare con maestria dei tasti bianchi e neri…non è solo questo. E’ molto di più.  Le sue mani sanno materializzare misteri, nostalgie, lacrime e sorrisi…Galleggiando, con il suo pianoforte, sul complice deserto dell’oceano…compie vere e proprie gesta con il suo jazz. Lo fa pe i passeggeri del piroscafo: offre, in un vassoio pieno d’incanto, la musica. Questa è la sua passione. Dal jazz e del suo piroscafo non si allontanerà. Non troverà mai la forza di allontanarsi da quell’isola di ferro sospesa sull’acqua… O, forse, la forza, la sua forza sta proprio, nel scegliere di restare, pur sapendo che di lì a poco il Virginian sarà affondato… Comunque, decide di non scendere. Quella nave   ha custodito i suoi sogni, le sue speranze… Non può abbandonarla. Là, sulla riva, c’è una vita che non gli appartiene. Amare, crearsi delle radici, non gli interessa. Sopraffatto dall’idea che lì fuori c’è un mondo indefinito. Perciò decide di restare ed esplodere con il Virginian. Il monologo sarà ospitato in una scena “altrove” … un groviglio oscuro, nebbioso dove il racconto del trombettista-narratore, magicamente, lo accenderà e lo animerà rendendolo vitale e misterioso.  Voci, musica e luci saranno i complici di queste magie.

L’attore Flavio De Paola interpreterà questa piéce utilizzando la tecnica degli “Psicosuoni” di Pablo Maximo Taddei.

tutte le sere ore 21,00 – domenica ore 18,00 – lunedì riposo

Orari botteghino: dal lunedì al sabato 10-13.30 / 16.00-20.00 ; domenica: 16.00-18.00.

Costo dei Biglietti: 15€ spettacolo + degustazione vini /€ 12,00 biglietto ridotto / €16- € 26,00 biglietto intero

(più € 1,00 di prenotazione e prevendita)

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

ORARIO BIGLIETTERIA

Da lunedì a sabato: mattina, ore 10.00 – 13.30; pomeriggio, ore 16.00 – 20.00.
Domenica: ore 16.00 – 18.00.

ORARIO SPETTACOLI

Da giovedì al sabato: ore 21.00

Domenica: ore 18.00.

 

.

CONTATTI